Tags: , , | Scritto da alessandro nasini il 5/27/2013 11:33 AM | Comments (0)

Non lo mangiavo da tempo e credo passeranno mesi prima che lo rifaccia, perché ci vuole davvero parecchio tempo e tanta pazienza. per non parlare dell'odore di polpo che invaderà casa (rimanendoci a lungo) a dispetto di cappa aspirante professionale e porte sigillate.

Si comincia lessando il polpo in pentola a pressione per 15-20 minuti, partendo dall'acqua fredda. Io non ho aggiunto nulla nell'acqua, niente sale e niente odori ma alcune ricette consigliano verdure o vino. Quando il polpo è cotto va fatto freddare nella sua acqua e quando è quasi freddo va mondato delle ventose, del "becco" e di tutta la pelle. Dopo averlo tagliato a pezzetti, condite con un filo d'olio d'oliva e mettetelo in frigo ben coperto.

Nell'acqua di cottura del polpo metterete a lessare le patate. Io le ho lessate con la buccia. Quando anche le patate saranno cotte, pelatele, fatele freddare bene e poi tagliatele a tocchetti e conditele con un filo d'olio ed un pizzico di sale. Denocciolate le olive di Gaeta ed unite polipo, olive e patate. Aggiungete ancora un filo d'olio e due spicchi d'aglio spelati ma lasciati interi. Mescolate bene con delicatezza, per non far sfaldare le patate. Prima di servire, aggiungete del prezzemolo fresco tritato.

Comments are closed